Le fedi nuziali sono uno dei simboli indiscussi del matrimonio.

Nel tempo, ha acquisito sempre più importanza ed tutt’ora è un richiamo immediato allo stato sociale.

Quanti hanno guardato la mano sinistra di una donna o di un uomo prima di iniziare una conoscenza?!

Ma da dove ha origine la tradizione?! Perché si indossa all’anulare sinistro?

In questo articolo spiegherò l’origine simbolica e le tradizioni ad essa collegate.

fedi nuziali
Un po’ di storia

Fin dai tempi antichi, si usava sugellare un momento o un evento importante con un anello.

Gli antichi egizi li decoravano con simboli di scarabei o geroglifici, mentre i greci li incidevano con stemmi e decori. Per gli Antichi Romani invece gli anelli, in base al materiale di realizzazione, dividevano lo stato sociale del loro popolo. Per i cittadini liberi era di oro, di argento per gli schiavi liberati, di ferro per gli schiavi.

Nel medioevo, si cominciò a suggellare le incoronazione dei Re con un anello su cui c’era il simbolo della casata a cui apparteneva.
Anche la Chiesa adottò la stessa usanza. Ancora oggi, infatti, i pontefici ricevono il cosiddetto “anello piscatorio”. Esso raffigura la barca di San Pietro contornata dal nome del Papa.

Perché all’anulare sinistro?!

La tradizione delle fedi nuziali indossate all’anulare deriva ancora dagli Antichi Egizi. Essi furono i primi a scoprire l’esistenza della la “vena amoris” (vena dell’amore), la vena che collega l’anulare direttamente al cuore.

Un’altra spiegazione potrebbe essere ricollegata ad un antico rito della Liturgia Cattolica. Il celebrante toccava le prime tre dita della mano sinistra dicendo: “nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo…”. L’anello, così benedetto, veniva inserito nel quarto dito della mano degli sposi, quindi l’anulare.

fedi nuziali
La scelta dell’oro

Anche nella scelta del materiale utilizzato c’è una spiegazione.

L’oro è da sempre simbolo di eternità. Non a caso, le raffigurazioni sacre erano tutte realizzate in oro, come anche le aureole dei Santi.

Le fedi nuziali dovrebbero essere sempre lineari e senza pietre, a simboleggiare un amore infinito e senza interruzioni.

Acquisto e custodia

Per quando riguarda l’acquisto delle fedi ci sono diverse tradizioni.

Il galateo dice che sarà il futuro sposo ad acquistarle e a sceglierle, facendo incidere nomi e date. Sarà sempre lo sposo a darle al sacerdote al momento delle promesse.

Altri invece lasciano ai testimoni il compito di acquistarle: sarà il loro regalo di nozze agli sposi.

Il giorno del matrimonio, le fedi nuziali saranno legate con nastri su un cuscino porta fedi, di diverse forme e stili in base al tema delle nozze.

Se sono presenti paggetti e damigelle, sarà il paggetto apri fila a portarle con sé lungo tutta la navata. Nel caso in cui non ci fossero bambini, sarà il testimone dello sposo a custodirle fino al fatidico momento dello scambio.

fedi nuziali

Non importa che sia un rito vecchio quanto il mondo: lo scambio delle fedi resta, insieme alle promesse recitate, uno dei momenti più intensi ed emozionanti del matrimonio!

Se avete domande o vi serve aiuto nella scelta delle fedi nuziali, CONTATTATEMI!
Ricordatevi che il primo incontro è sempre gratuito!  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *