Reperibilità

Al primo appuntamento per la scelta dell’abito di Valentina io non c’ero.

No, una wedding planner non deve per forza essere onnipresente: sono gli sposi a decidere quando la wp deve esserci fisicamente e quando bastano le sue indicazioni e linee guida.

Valentina al suo primo appuntamento ci è andata con i suoi genitori.

Emozionata e stanca, reduce da una settimana di lavoro, mi ha scritto quel sabato sera un po’ incerta, dubbiosa.

Foto a raffica, foto sfocate e rubate in un atelier che non permetteva di fare scatti prima dell’acquisto.

Si era già innamorata di un abito, un abito che però non era della sua taglia, che nelle foto che mi aveva inviato non le rendevano giustizia.

Valentina mi ha chiesto subito un parere.

A cena con degli amici, mi sono ritagliata un attimo di tempo per rivedere le foto: WeddingPlannerMood ON!

Le ho scritto che le foto non dicevano granché e che non potevo basarmi su di esse, ma le ho detto anche che se nonostante tutte le varie prove il suo pensiero rimaneva sempre sullo stesso abito, forse era quello che cercava.

Il tessuto, lo stile, il taglio dell’abito di cui si era innamorata rispecchiavano perfettamente tutto il progetto creativo che avevamo ideato e, in quella foto sfocata, vedevo tutto ciò che mi aveva raccontato di sé e del matrimonio dei suoi sogni.

Le ho detto proprio questo!

Valentina quel giorno non ha trovato l’abito delle sue nozze, ma sicuramente ha capito quale non lo sarebbe stato!

#alprossimomercoledì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *